7 June 2020

COVID-19: Sostegno Enasarco agli agenti

Con un Comunicato del 3 aprile 2020, la Fondazione Enasarco ha reso noto di aver approvato il piano delle prestazioni integrative in favore degli agenti, rappresentanti di commercio e consulenti finanziari per il 2020. In considerazione della grave crisi sanitaria ed economica causata dall’epidemia da COVID-19, la Fondazione ha integrato le misure con erogazioni straordinarie a sostegno degli iscritti che hanno subito conseguenze negative rilevanti a causa dell’emergenza.

Nell’ambito delle proprie attività istituzionali la Fondazione Enasarco ha approvato il programma annuale delle prestazioni integrative di previdenza in favore degli iscritti (agenti, rappresentanti di commercio e consulenti finanziari), che per il 2020 si arricchisce di misure straordinarie per fronteggiare gli effetti dell’emergenza da COVID-19.
In base al programma, a decorrere dal 3 aprile 2020 è possibile presentare le domande per:
– Contributo nascita o adozione, pari a € 750,00 per ogni figlio nato o adottato;
– Contributo per maternità, pari a € 2.500,00;
– Contributo per erogazioni straordinarie in relazione all’emergenza covid-19, pari a € 8.000 in caso di decesso, € 1.000 in caso di contagio, € 1.000 in caso di forte riduzione delle.


Invece, a decorrere dal 16 giugno 2020 sarà possibile presentare, in aggiunta a quelle suindicate, anche le domande per:
– Contributo per assistenza personale permanente, pari a € 2.600,00 annue, non cumulabili con erogazione straordinaria di assistenza e solidarietà;
– Contributo per soggiorno in casa di riposo, pari alle spese sostenute per il soggiorno, fino ad un massimo di € 5.200,00;
– Contributo assistenza a figli disabili, pari € 6.000,00 annue.;
– Contributo per erogazioni straordinarie over 75 anni, pari all’importo previsto dalla polizza assicurativa.


In termini generali l’assegnazione dei contributi avviene con Determina del Direttore Generale della Fondazione, secondo la graduatoria di reddito dal più basso al più alto redatta con cadenza quadrimestrale tenuto conto del reddito percepito dal richiedente nell’anno 2018. Le domande che non risultano assegnatarie del contributo richiesto nella graduatoria relativa del bando di presentazione, partecipano d’ufficio alla graduatoria dei bandi relativi ai quadrimestri successivi. Eventuali risparmi di gestione del budget previsti per il 1° e il 2° quadrimestre sono destinati al budget del 3° quadrimestre.
Per quanto riguarda, in particolare, le erogazioni straordinarie per far fronte alle conseguenze dell’epidemia da Covid-19, possono richiederle gli agenti, rappresentanti di commercio e consulenti finanziari in attività, compresi i pensionati che proseguono l’attività di agenzia per la maturazione dei supplementi di pensione (o i loro familiari in caso di decesso dell’iscritto), in possesso di un reddito 2018 non superiore a € 40.000, rilevabile dalle seguenti caselle dei quadri RN e LM (se entrambi compilati) del modello Unico PF 2019:
– Quadro RN1, casella 1;
– Quadro LM, casella LM6;
– Quadro LM, casella LM34 casella 3.
I richiedenti che nell’anno 2018 hanno svolto attività diversa da quella di agenzia (ad esempio, lavoro subordinato) potranno comprovare il reddito allegando la documentazione fiscale valida alla quale erano tenuti in base all’attività svolta in tale anno. Il requisito di reddito non si applica nel caso di decesso dell’agente in attività a causa del virus Covid-19. Nell’ipotesi di agenti operanti sotto forma di società di persone il reddito è quello del socio che ha inoltrato la domanda risultante dal proprio modello Unico PF 2019.


Le domande sono soddisfatte nel seguente ordine:
a) Prioritariamente, saranno erogati contributi economici nei casi di decesso di agente in attività causato dal Covid-19. Il contributo economico è di € 8.000.
b) Soddisfatte le domande di cui al punto a), saranno erogati contributi economici agli iscritti per intervenuto contagio da Covid-19. Il contributo economico è di € 1.000. La domanda dovrà essere corredata da idonea certificazione sanitaria attestante l’avvenuto contagio dell’iscritto.
c) Soddisfatte le domande di cui al punto b), saranno erogati contributi economici agli iscritti per i quali possano presumersi provvigioni fortemente ridotte a causa dell’epidemia Covid-19. Il contributo è di € 1.000, a prescindere dal carico familiare.
I contributi di cui ai precedenti punti sono cumulabili tra loro. In tal caso l’iscritto concorrerà alle diverse graduatorie tenuto conto dei criteri di cui al presente disciplinare. Il contributo per decesso dell’agente iscritto, tuttavia, assorbe gli eventuali contributi eventualmente già erogati o richiesti per ricovero o per riduzione delle provvigioni; pertanto, l’erogazione straordinaria complessivamente erogata non potrà superare la somma di € 8.000.


L’assegnazione dei contributi avverrà sulla base di bandi quadrimestrali, secondo una graduatoria di reddito dal più basso al più alto. Le domande presentate per un bando e che risulteranno non beneficiarie del contributo economico (perché fuori graduatoria rispetto al budget assegnato al singolo bando) concorreranno d’ufficio ai bandi successivi. Gli iscritti riceveranno, quindi, apposita comunicazione sull’esito della loro domanda (“accolta” oppure “non accolta e inserita d’ufficio nel bando successivo” oppure “non accolta per documentazione insufficiente o non conforme”, all’esito del 1° e 2° bando, oppure “non accolta definitivamente”, all’esito del 3° bando).


La presentazione della domanda è effettuata con modalità differenti in relazione alla tipologia di contributo.

CONTRIBUTI ECONOMICI PER DECESSO


La domanda può essere presentata esclusivamente mediante invio a mezzo PEC del modulo di richiesta disponibile sul sito web www.enasarco.it (da non utilizzare e non valido per tutti gli altri casi) e dovrà essere accompagnata dalla seguente documentazione:
– Autocertificazione attestante il decesso dell’iscritto e lo svolgimento effettivo dell’attività di agenzia fino al momento del decesso;
– Certificazione medica attestante che il decesso è intervenuto a causa di affezione da virus Covid-19 (anche solo quale concausa).
La PEC dovrà essere inviata esclusivamente al seguente indirizzo: prestazioniassistenziali@pec.enasarco.it

CONTAGIO DA COVID-19


La domanda può essere presentata esclusivamente on-line mediante accesso all’apposita sezione riservata del sito www.enasarco.it e deve essere accompagnata dalla seguente documentazione:
– Certificazione medica attestante l’avvenuto contagio dell’iscritto da Covid-19;
– Modello Unico PF 2019 attestante per l’anno 2018 un reddito non superiore a € 40.000,00 o altra documentazione fiscale valida.

PROVVIGIONI FORTEMENTE RIDOTTE A CAUSA DELL’EPIDEMIA COVID-19


La domanda può essere presentata esclusivamente on-line mediante accesso all’apposita sezione riservata del sito www.enasarco.it e deve essere accompagnata dalla seguente documentazione:
– Modello Unico PF 2019 attestante per l’anno 2018 un reddito non superiore a € 40.000,00 o altra documentazione fiscale valida;
– Dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante una diminuzione delle provvigioni, nel trimestre di contribuzione antecedente la presentazione della domanda, superiore al 33% rispetto alle provvigioni percepite nello stesso trimestre dell’anno precedente.