8 August 2020

Covid-19: autorizzati gli affollamenti inferiori nelle discoteche


A fronte dell’emergenza Covid-19, la Commissione di Vigilanza per i locali di pubblico spettacolo può autorizzare affollamenti inferiori nelle discoteche, con una consistente riduzione dei costi per il titolare dell’attività, sia per il numero di addetti interni sia per il servizio di vigilanza antincendio (Ministero interno – circolare 4 luglio 2020, n. 8827).

Il chiarimento arriva direttamente dal Ministero dell’Interno, espressosi sulla possibilità per una discoteca, già autorizzata sia dal Comando che dalla locale Commissione di Vigilanza per i Locali di Pubblico Spettacolo, possa, di dichiarare per alcune serate o periodi dell’anno un affollamento inferiore a quanto autorizzato.


Va detto che la possibilità di dichiarare affollamenti inferiori è già consentita dal nuovo Codice di prevenzione incendi e considerato anche che le misure di contenimento del contagio previste per il contrasto al Covid-19 prevedono un maggior distanziamento tra le persone, la Commissione di Vigilanza può autorizzare affollamenti inferiori.


L’autorizzazione ad un affollamento inferiore consente una consistente riduzione dei costi, in quanto sarebbe riducibile sia il numero di addetti interno, in base alla valutazione dei rischi, sia il servizio di vigilanza antincendio da parte del Comando.