2 August 2021

Chiarimento iscrizione Faschim nell’industria chimica

Siglato il 31/5/2021, tra la FEDERCHIMICA, la FARMINDUSTRIA e la FILCTEM-CGIL, FEMCA-CISL, UILTEC-UIL, il chiarimento sul mantenimento dell’iscrizione a FASCHIM.

Le Parti, in via straordinaria e fino al rinnovo del CCNL di settore in vigore, quanto già previsto dal CCNL all’art. 62, p. 8), in tema di mantenimento dell’iscrizione a FASCHIM, è riconosciuto per analogia in caso di risoluzioni consensuali derivanti dagli accordi aziendali di esodo nell’ambito dei “Contratti di espansione” sottoscritti ai sensi del D.L. 34/2019 (e successive modifiche intervenute) e in caso di adesione al Fondo di solidarietà bilaterale settoriale (T.R.I.S.). Sempre in analogia alla attuale previsione contrattuale, anche in tali casi, l’iscrizione a FASCHIM e le relative prestazioni non potranno eccedere il periodo già previsto dall’art. 62, p. 8) per i lavoratori coinvolti nelle citate procedure di cui alla L. 223/1991, ovvero il periodo di spettanza teorica della NASPI per ogni lavoratore interessato.